Media Intelligence: Università, Euregio e Eurogest Multiservice firmano accordo di collaborazione

Come districarsi al meglio nell’odierna giungla dell’informazione? Saranno i ricercatori dell’università di Bolzano insieme a Euregio Srl e Eurogest Multiservice a darne la risposta. Venerdì, 19 maggio 2017 è stato firmato un accordo di collaborazione tra l’ateneo bolzanino, l’azienda di Media Monitoring Euregio e l’azienda di Data Management Eurogest Multiservice per l’implementazione del progetto Euregio Cross-Linguistic Recommender System (EUCLIP-RES). Obiettivo della collaborazione è lo sviluppo di un algoritmo informatico in grado di perfezionare la ricerca e la selezione di qualsiasi contenuto con l’aiuto di tecniche di recommendation.

L’incremento continuo delle fonti di informazione, e con esse, dell’informazione stessa, richiede strumenti di ricerca ed analisi sempre più accurati, efficaci e soprattutto multilingua. Una semplice ricerca per parola chiave non risulta essere del tutto esaustiva escludendo a priori ricerche per settori od argomenti. Grazie a processi di machine learning, il sistema a cui lavoreranno i ricercatori di Euregio Srl, unibz ed Eurogest Multiservice Srl sarà in grado di interpretare e imparare gli interessi dell’utente per proporgli una panoramica di contenuti personalizzata. In un primo momento il sistema troverà applicazione nell’ambito del monitoraggio dei media per poi includere anche i domini della pubblica amministrazione. Francesco Ricci, preside della Facoltà, coordinerà il progetto per l’ateneo bolzanino: “Il prodotto finale cui puntiamo è la realizzazione di un sistema in grado di proporre una rassegna stampa molto più mirata e in più lingue, grazie all’utilizzo della tecnologia dei sistemi di raccomandazione”.

EUCLIP_RES affronterà la sfida linguistica sviluppando una soluzione cross-lingua in grado di lanciare ricerche monolingua su base dati multilingua restituendo risultati coerentemente disambiguati. “L’intero progetto di ricerca vale oltre mezzo milione di euro, impiegando esclusivamente risorse del nostro territorio, complessivamente 15 persone, a dimostrazione di come la nostra terra, laboratorio naturale del crosslinguismo - italiano, tedesco, ladino ed inglese -,  abbia importanti competenze nelle più avanzate tecniche di analisi del linguaggio e dell’intelligenza artificiale”, spiega Omar Signori, AD di Euregio Srl. Al progetto EUCLIP_RES collaborano - come subcontraenti - anche Eurac Research e la Fondazione Bruno Kessler di Trento che si occuperà della ricerca relativa alle tecnologie del linguaggio. 

21/05/2017