KLIMA DA STADIO ALL’EURAC

Bolzano, 15 maggio 2016

Oggi gli insegnanti siete voi! È questo il motto che ha accompagnato l’iniziativa EUCLIP-Contest svoltasi venerdì, 13 maggio 2016 con la partecipazione del Ginnasio bolzanino Walther von der Vogelweide e del Liceo Linguistico Scholl di Trento all’EURAC di Bolzano. Punto di partenza è l’omonimo progetto di innovazione a cura di Euregio Srl, EURAC e FBK con lo scopo di porre la tecnologia al servizio del plurilinguismo.

Senza dubbio questo incontro tra tecnologia e lingua ha saputo entusiasmare. Applausi, grida di gioia ed esultazioni hanno riempito le aule di EURAC. Per quel giorno il “testimone” è passato nelle mani dei ragazzi chiamati ad istruire studenti fuori dal comune, attenti e volenterosi di imparare il tedesco, l’italiano e l’inglese: ad espettare i neo-insegnanti erano 19 computer dotati di software per l’auto-apprendimento. Dando l’esempio, individuando ed annotando entità semantiche (persone, luoghi, organizzazioni) in testi giornalistici di lingua italiana, tedesca ed inglese, gli studenti bolzanini e trentini hanno affrontato la sfida di insegnare ai computer le tre lingue. Per stimolare il coinvolgimento dei giovani, il lavoro si è svolto in un contesto competitivo. Egon Stemle, ricercatore EURAC, ha affiancato i ragazzi nel lavoro: “È stato impressionante osservare come gli studenti si sono appassionati alla materia – facendo attenzione ai minimi dettagli del riconoscimento delle entità semantiche.”

Ulteriore elemento di stimolo erano i premi in palio.– uno per ciascuna lingua in gara. Dopo due ore di lavoro intenso, entrambi gli istituti hanno raggiunto risultati ragguardevoli suddividendosi i premi. La direttrice del Ginnasio di lingua tedesca Vogelweide Martina Adami si è dimostrata contenta dell’evento: “La giornata è stata interessantissima, un’esperienza importante per gli studenti. Hanno avuto l’occasione di vivere le lingue in contesti fuori dal momento scolastico. Potersi rapportare con il mondo del lavoro è ovviamente un altro valore aggiunto.”

EUCLIP ha raggiunto il suo obiettivo, vuole essere luogo di incontro, momento di scambio e punto di partenza per mettere in rete scuola, ricerca e azienda. “Consapevoli della nostra responsabilità, siamo convinti che l’approccio partecipativo alle innovazioni di ricerca sia il migliore contributo da dare alla formazione scientifica e tecnologica dei ragazzi”, conclude Omar Signori, CEO dell’azienda ICT altoatesina Euregio, organizzatrice dell’evento. “Ci sono in questa iniziativa tutte le componenti necessarie allo sviluppo dei nostri territori. Prima fra tutti le giovani generazioni, perché si formino alla cultura dell’innovazione, ne acquisiscano il senso della sfida e vivano in prima persona la passione necessaria ad affrontarla e vincerla”, si dimostra convinto Andrea Simoni, Segretario Generale di FBK.

Con EUCLIP Euregio, FBK ed EURAC percorrono una strada nuova nel campo cross-linguistico. L'obiettivo di EUCLIP è di indentificare soluzioni innovative in grado di eseguire una ricerca monolingua all'interno di un database multilingua ed ottenere risultati semanticamente congrui. Bernardo Magnini, coordinatore scientifico della Linea di Ricerca Cognitive Computing in FBK, dirige i lavori: “Ci aspetta una sfida scientifica e tecnologica di grande impatto, per la quale saranno decisive le competenze nel settore della elaborazione del linguaggio naturale e dell’apprendimento automatico”.